Tecnologie avanzate per l'apprendimento

Riforma

Il Ministero dell'Università e della Ricerca ha precisato, con una nota inviata alle Università, che il limite dei 60 crediti formativi, che le università possono concedere a seguito del riconoscimento delle conoscenze ed abilità professionali degli iscritti, si applica a decorrere dall'anno accademico 2006/07.
Tale limite è stato introdotto dall'art. 1, comma 147, del decreto legge n. 262 del 2006, per evitare concessioni elevate di crediti formativi utilizzabili ai fini del conseguimento della laurea triennale (per la quale sono previsti 180 crediti) e specialistica (per la quale sono previsti 120 crediti).
Già in precedenza il Ministro Mussi aveva adottato una direttiva in data primo giugno 2006 che prescriveva il limite dei 60 crediti.
Ora il Ministero chiarisce che il limite si applica anche in relazione a quelle convenzioni stipulate prima dell'entrata in vigore del decreto legge (e che quindi devono essere riformulate ed adeguate alla nuova disciplina) e che i crediti possono essere riconosciuti una sola volta, o ai fini della laurea triennale o ai fini della specialistica.

Roma, 16 maggio 2007

NewsLetter

Inserisci il tuo nome e la tua email per iscriverti alla nostra newsletter.
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo

Offriamo gratuitamente:

footer1Prevalutazione di esami superati e dei crediti formativi universitari (CFU) riconosciuti sulla base della professionalità pregressa. Pianificazione didattica ed economica

Laurearsi: scomettiamo?

footer2 Grazie al nostro esclusivo sostegno didattico e burocratico ci riuscirà serenamente.Ne siamo certi al punto che potrà pagare la preparazione all'esame dopo averlo superato.

Studies srl

footer3Via Nazionale, 191
16039 Sestri Levante (Ge)
Numero Verde:
800 034542

Torna su